L’architetto Antonio Draghi sarà nostro ospite la mattina di domenica 6 Novembre alla tavola rotonda che seguirà la presentazione del libro di Camilla Zanarotti​ (Landscape designer) “I giardini delle ville venete”.

Draghi parlerà delle ville venete intese come complessi articolati di funzioni, centri di organizzazione dell’economia agricola, di sperimentazione di nuove colture e di promozione delle prime forme di industrializzazione. Corti, selesi e cortivi; giardini e broli, orti, serre e vivai; ghiacciaie e peschiere; stalle e scuderie, portici e magazzini; ma anche cantine, essicatoi, pile da riso e “fabbriche delle foglie” per l’allevamento dei bachi da seta.

Draghi parlerà delle ville venete intese come complessi articolati di funzioni, centri di organizzazione  dell’economia agricola,  di sperimentazione di nuove colture e di promozione delle prime forme di industrializzazione. Corti, selesi e cortivi; giardini e broli, orti, serre e vivai; ghiacciaie e peschiere; stalle e scuderie, portici e magazzini; ma anche cantine, essicatoi, pile da riso e “fabbriche delle foglie” per l’allevamento dei bachi da seta.

Architetto Antonio Draghi

Centro Culturale di Padova Per gentile concessione Arch. Antonio Draghi

Architetto Antonio Draghi

Centro Culturale di Padova Per gentile concessione Arch. Antonio Draghi

Architetto Antonio Draghi

Villa Mussato-Bruni (Megliadino San Vitale) Per gentile concessione Arch. Antonio Draghi

Chi è Antonio Draghi

Antonio Draghi è un architetto libero professionista che predilige il campo del restauro dei beni storici.

È stato Presidente dell’Ordine degli Architetti di Padova e membro del Consiglio Nazionale degli Architetti (C.N.A.) come responsabile del Settore Esteri e Capo della Delegazione Italiana al Consiglio degli Architetti d’Europa. Ufficiale al merito della Repubblica Italiana, è membro del Consiglio Direttivo della Associazione dei Cavalieri al Merito della Repubblica della Riviera del Brenta nella quale si occupa delle iniziative culturali.

Conduce ricerche, tiene conferenze, collabora  e cura riviste e pubblicazioni sui temi dei beni architettonici, dei centri storici , del paesaggio e del territorio veneto. Ha progettato e diretto i lavori di restauro del Castello di Este e ha curato il progetto e la direzione artistica del recupero del complesso di S. Gaetano – ex Tribunale, diventato il nuovo Centro Culturale della città di Padova. È stato progettista e direttore dei lavori di restauro di diverse ville venete, fra le quali Villa Trevisan Savioli ad Abano, Villa Andolfatto Bruni a Megliadino S.V. , Villa Missocha a Camposampiero, Villa Contarini Giovanelli Venier a Vo’ destinata a Centro Culturale, museo dei paesaggi e luogo della memoria della Shoah. Attualmente sta curando i lavori di restauro dei complessi di Villa Foscarini Rossi a Stra (VE) e di Villa Priuli, Soranzo, Petrobelli a Due Carrare.