Nutrimento per i garofani…

un consiglio semplice e pratico per scegliere bene!

Se vi trovate davanti ad uno scaffale ricco ed assortito di concimi per piante vi consiglio di guardare tra quelli definiti ” universali”. Questi concimi hanno generalmente un rapporto (1:1:1) tra i macroelementi definito ‘equilibrato’ anche se i numeri che indicano il quantitativo spesso non sono uguali.

NPK.  è la sigla che identifica i macroelementi Azoto-Fosforo-Potassio e sono considerati macro perché vengono assorbiti in maggior quantità.

Generalmente sono presenti anche i microelementi ( di minor consumo) che rendono efficace e completo il nutrimento e di conseguenza lo stato di salute della pianta.

I garofani o garofanini sono piante che hanno un’ ottima resa a fiore e per questo c’è bisogno di una concimazione frequente. Io consiglio blanda ( a bassa diluizione) e frequente ( una volta settimana) anche tutto il tempo dell’ anno.

Un altro consiglio è quello di scegliere un concime liquido e non granulare. Con il concime liquido non c’è margine di errore per eccesso. Ricordo che troppo concime crea salinità eccessiva nel terreno e compromette la pianta e la sua vitalità.